Monthly Archive for Dicembre 2013

Alcuni consigli per restare in forma a Natale.

Il Natale è ormai alle porte e in questo periodo, ogni anno, la domanda più gettonata dei miei pazienti è “cosa devo mangiare per non ingrassare durante le feste?”. Le risposte possibili sono tante ma quello che mi sento di suggerire nella maggior parte dei casi costituisce l’argomento di cui voglio parlarvi oggi.

La prima cosa da mettere in chiaro è che i giorni di festa, durante i quali non bisogna pensare troppo alla dieta e concedersi qualche libertà, non sono poi tanti: la vigilia e il pranzo di Natale seguiti dal pranzo del 26 Gennaio e dal classico cenone di Capo d’anno. Si tratta quindi di quattro pasti che, nel contesto di un periodo più o meno normale, caratterizzato da maggior libertà dal lavoro o dallo studio, possono essere compensati da una maggiore attenzione all’attività fisica.

E’ anche vero che un pasto più ricco ha un effetto stimolate dal punto di vista metabolico e non va quindi visto esclusivamente come un momento di accumulo di grasso ma anche come un evento che stimola il metabolismo. L’uomo è progettato per sopravvivere ed è dominato dalla legge della parsimonia così, quando l’introito calorico diminuisce, l’organismo da un lato recupera energie dalle sue scorte (che sono costituite dalla massa grassa ma anche dalla massa magra) e dall’altro si adatta e cerca di farsi bastare le energie che riceve con l’alimentazione. Se quest’ultima è eccessivamente restrittiva il metabolismo tenderà a diminuire così come, al contrario, se ci super-alimentiamo tenderemo a stimolare un aumento del metabolismo. Il vero ago della bilancia in realtà non è esclusivamente legato alla quantità di cibo ingerito ma, soprattutto, alla qualità dei nostri pasti. Per fare in modo che l’organismo esprima al massimo il suo potenziale metabolico è necessario che durante il giorno vengano ingeriti carboidrati, proteine e grassi nella giusta proporzione, associati ad una adeguata idratazione e all’attività fisica.

Detto ciò i suggerimenti per limitare i danni sono 3

1) Fate più attività fisica: le lunghe passeggiate, in perfetto stile “scampagnata natalizia”, consentono all’organismo di ottenere numerosi benefici in relazione allo sforzo fisico, che sarà esclusivamente aerobico e quindi più utile al consumo della massa grassa, alla stimolazione della circolazione che aiuterà a smaltire la ritenzione idrica e alla migliore qualità dell’aria respirata con inalazione di minori quantità di agenti tossici e inquinanti.

2) Nei giorni precedenti e seguenti il Natale è preferibile ridurre l’apporto calorico senza però esagerare: abbondare con la verdura, con le minestre e i minestroni, evitare la frutta secca, limitare i carboidrati nella seconda parte della giornata, ridurre l’olio, evitare dolci, bevande zuccherine e/o gasate (che oltre alle calorie determinano un aumento del volume gastrico in conseguenza del gas che contengono e predispongono quindi ad un aumento della capienza dello stomaco) e astenersi da introdurre bevande alcoliche potrà essere sufficiente per arrivare ai cenoni e “pranzoni” leggermente più “scarichi” in modo da non ritrovarsi, nei giorni successivi, con qualche Kg di troppo.

3) Durante le “libagioni” per evitare di sbilanciare in modo eccessivo la dieta sul versante dei grassi sarebbe preferibile evitare di esagerare con gli antipasti intrisi d’olio o fare grandi scorpacciate di frutta secca. Anche i dolci ricchi di pasta di mandorle o di mascarpone (come gli amaretti e il tiramisù) essendo molto ricchi di grassi possono contribuire a sbilanciare la nostra dieta, sarebbero quindi da preferire dolci meno ricchi di grassi. E’ invece utile iniziare il pasto con delle verdure che sono poco caloriche ma molto ricche di fibre, hanno un buon potere riempitivo, a livello gastrico, e ci consentiranno di non esagerare con le altre pietanze. Può essere utile, un’oretta prima di sedersi a tavola, mangiare un frutto, come una mela o qualche clementina, in modo da non arrivare troppo affamati al pasto. Lo spirito Natalizio va comunque conservato e in queste occasioni di festa pensare troppo alla dieta è severamente vietato.

Sperando di avervi dato qualche utile consiglio auguro a tutti una buona dieta e un Buon Natale

Dott. Pablo Belfiori